facebook pixel

Frigo e vino non sempre vanno d’accordo

Frigo e vino non sempre vanno d’accordo
“Siediti pure. Ti offro un ottimo Nebbiolo delle Langhe!”…noooooo, il tuo amico lo estrae dal frigorifero. Tu per quanto gli voglia bene non ce la fai a stare zitto. “Perché lo hai messo in frigo? È un Nebbiolo! È un vino rosso…lo rovini!”. L’amico ti guarda stupito e ti dice “L’ho aperto ieri…”. Un classico. Ma se fosse stato un bel Grillo delle vigne di Paceco in Sicilia?  Beh allora si!
 
Il vino è un prodotto vivo e per essere degustato ha bisogno sempre delle condizioni migliori di temperatura e stabilità organica.
Cosa significa? Se ad esempio alzate troppo la temperatura di degustazione di un vino rosso sarà l’alcool a diventare predominante, se abbassate troppo la temperatura dello stesso vino sarà il tannino a diventare vetroso e tagliente. Insomma la conservazione di un vino ha una sua logica come lo ha quella del suo servizio. 
 

Conservare spumante e prosecco

[ Vedi la selezione di spumante e prosecco ]
Se vi capita di aprire una bottiglia di vino spumante e poi dovete conservarla, fatelo per un giorno massimo due, ma chiudetela bene, con dei tappi a tenuta appositi per spumanti. Tenetela in frigorifero. In questo modo teniamo a bada la sovrapressione del vino ed impediamo una eccessiva degassificazione del prodotto.
Fatelo, sia che siate in presenza di una bollicina bianca o rossa tipo Lambrusco.
 

Conservare vini rossi

[ Vedi la selezione di vini rossi ]
Se dovete conservare un vino rosso, non mettetelo in frigo, lasciatelo al fresco ma ad una temperatura minima di 10 – 12 gradi. Il frigo tende a snaturare la qualità del prodotto in quanto una volta aperto il vino rosso tende a ritrovare il suo equilibrio tra le parti dure e le parti morbide e non sopporterebbe un altro fermo termico. Lasciatelo maturare in bottiglia, a volte, dopo un giorno o due ci sono vini che offrono delle gradite sorprese. 
 

Conservare vini bianchi fermi

[ vedi i vini bianchi ]
Se dovete conservare un vino bianco invece tenetelo in frigo, soprattutto se si tratta di un vino semplice, non particolarmente strutturato. Se si trattasse di un vino bianco complesso da affinamenti tenetelo ad una temperatura fresca minimo di 10 – 12 gradi. Come il vino rosso, i 4 – 6 gradi del frigo potrebbero alterarne gli equilibri . 
 

Conservare vino passito

[ vedi la selezione di vino passito ]
Con i vini dolci si preferisce sempre mantenerli in frigorifero anche se nella parte meno fredda.
Per i passiti ad alto grado glicerico e strutturale sarebbe meglio una temperatura un po’ più elevata (10 – 12°). Non vale la pena invece di lasciarli a temperatura ambiente per troppo tempo in quanto i fenomeni ossidativi in questo caso potrebbero alterarne la dimensione organolettica in maniera negativa.

Vuoi conoscere i 6 parametri fondamentali che deve avere la tua cantina perché i vini si conservino bene?  Abbiamo chiesto a Bernardo Pasquali di raccontarceli ne "La cantina ideale"

Prodotto biologico Roncà di Roncà - Lessini Durello Spumante DOC 750ml - Azienda Agricola Fattori

Azienda Agricola Fattori


Lessini Durello DOC -

11,52

ACQUISTA


Prodotto biologico Prosecco DOC Treviso Rosalia Extra Dry - Giusti Wine

Giusti Wine


Prosecco DOC Treviso -

8,42

ACQUISTA


Prodotto biologico Asolo Prosecco Superiore DOCG Brut - Giusti Wine

Giusti Wine


Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Brut -

9,98

ACQUISTA


Prodotto biologico Cuvèe Giusti Spumante - Giusti Wine

Giusti Wine


16,47

ACQUISTA





Le nostre promesse

Vuoi provare il nostro servizio con il 10% di sconto? Iscriviti!