Solo prodotti di produttori eccellenti Oltre 900 recensioni positive
Spaghetti & Mandolino - home page / Il nostro magazine / Stevie Kim riceve l’onorificenza di “Lamolese DOCG 2022”

Stevie Kim riceve l’onorificenza di “Lamolese DOCG 2022”

Lamole, la regina del chianti classico

Il comune di Greve in Chianti, situato in provincia di Firenze, stupisce sin da subito il visitatore per le caratteristiche paesaggistiche che possiede: combinate al microclima dell’area, esse lo rendono una vera gemma della regione vitivinicola cui appartiene. Una delle particolarità che più saltano all’occhio la troviamo nella frazione di Lamole, dov’è ambientata la gita fuori porta di quest’oggi: si tratta dei terrazzamenti delle colline locali, larghi gradoni – lamulae, per l’appunto – che fanno somigliare ad un anfiteatro l’intero ambiente agricolo.


Qui, come ci racconta Paolo Socci, a conduzione dell’azienda La Fattoria di Lamole sin dal 1970, si è lavorato sodo per restituire al vino lo stesso sapore lodato da Lorenzo de’ Medici e dal geografo carrarese Emanuele Repetti, racchiudendolo in una produzione di circa 15.000 bottiglie annue.


Lamole e le colture ad alberello

Andrea Daldin, enologo e produttore locale per il marchio Lamole di Lamole, racconta di come sin dall’XI secolo si sia parlato di Lamole come di una regione di produzione vinicola, con vini e oli d’eccellenza già rinomati in epoca romana: i 37 ettari di vigna dell’azienda presentano delle singolari colture ad alberello, piantate a partire dal 1945 all’interno delle parcelle “Il Prato”, “Grospoli” e “Storico” e sopravvissute alle epidemie di fillossera.



La zona di Lamole è più fredda del territorio circonvicino: proprio per questo la metodologia di coltura ad alberello aiuta le viti a sopravvivere alle temperature più basse, “accoccolandole” più vicine al terreno e permettendo una maggiore protezione della pianta. Come ci racconta anche Susanna Grassi, titolare dell’azienda I Fabbri, i terrazzamenti si combinano agli impianti ad alberello per trattenere il calore del suolo e cederlo poi alla pianta, per consentirle di farne uso durante la notte e raggiungere una perfetta maturazione dei grappoli.


I Profumi di Lamole

Sono ormai diciannove le edizioni della rassegna enogastronomica I Profumi di Lamole, nata nel territorio lamolese per valorizzare i prodotti delle sue vigne d’altura (si arriva al limite dei 650 metri s.l.m.): omonima rispetto all’Associazione Culturale che le ha dato vita, la rassegna ha per protagonisti i vini di “La Fattoria di Lamole”, “I Fabbri”, “Lamole di Lamole”, “Le Masse di Lamole”, della microcantina “Jurij Fiore e Figlia”, “Castellinuzza e Piuca”, “Podere Castellinuzza” e “Castellinuzza”.


In occasione del festival di quest’anno, tenutosi tra il 4 e il 5 giugno, ho avuto il piacere di ricevere l’onorificenza di “Lamolese DOCG 2022” e di unirmi al brindisi collettivo dei produttori, del sindaco Paolo Sottani e dell’assessore al turismo Giulio Saturnini: l’appuntamento per tutti i lettori è fissato al primo weekend di giugno 2023, per la XX edizione della kermesse.


Cin cin

Stevie Kim - autoreStevie Kim

Ti consigliamo di gustare

 
#nofilter: 12 Q&A with 9 Italian Wine Influencers
Mamma Jumbo Shrimp
4,99
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Guide to International Grape Varieties In Italy
Mamma Jumbo Shrimp
10,00
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Guide to Italian Wine
Mamma Jumbo Shrimp
10,00
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Vine and Prejudice
Mamma Jumbo Shrimp
10,00
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Sangiovese e Lambrusco and other wine stories
Mamma Jumbo Shrimp
18,91
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Italian Wine Unplugged Grape by Grape
Mamma Jumbo Shrimp
24,00
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
How To Get U.S. Market-Ready: Wine and Spirits
Mamma Jumbo Shrimp
28,50
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Guida The WineHunter Award 2020
The WineHunter
20,00
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello