Tenuta Scorciabove: il pomodoro semplice, genuino, buono e biologico

Tenuta Scorciabove: il pomodoro semplice, genuino, buono e biologico

Sei amante del pomodoro e del suo aroma? Allora è arrivato il momento di conoscere la Tenuta Scorciabove, un marchio della Società Agricola Apulia Verde di Lucera, in provincia di Foggia, area settentrionale della Puglia comprendente il Gargano, i monti Dauni ed il Tavoliere delle Puglie. La storia della Tenuta Scorciabove vede protagonista una famiglia, la famiglia Rossi, che ormai da molte generazioni porta avanti la tradizione agricola e, soprattutto, la coltivazione di un frutto a noi tanto caro, il pomodoro. Conosciamo insieme la loro storia e i prodotti che hanno deciso di portare sulle nostre tavole!


La storia di Tenuta Scorciabove: vero amore per la tradizione

La storia della Tenuta Scorciabove ha inizio negli anni Settanta, quando si arava di notte coi trattori e non c’era la radio a fare compagnia, ma solo ricordi e sogni. Fu il nonno, a quei tempi, a trasmettere ai figli e poi ai nipoti la passione per il lavoro agricolo e i trucchi del mestiere, tutto l’amore che aveva per la terra e la dedizione al lavoro. In quegli anni non si poteva parlare ancora di azienda, ma di una specie di officina viaggiante, un Bedford, con cui si sostentava la famiglia. Arrivò però il giorno in cui si presentò la possibilità di rilevare l'azienda di Don Lello Petrilli e un terreno di 160 ettari, ed ecco la svolta. Nel 2012 nasce la Società Agricola Apulia Verde con la precisa intenzione di affondare le proprie radici nella tradizione agricola della famiglia Rossi. Oggi, con un terreno di oltre 500 ettari, sono Raffaele, Chiara e Francesca, ovvero l'ultima generazione, a portare avanti l’azienda di famiglia e ad affiancare alla coltivazione del pomodoro la sua trasformazione in prodotti BIO artigianali, proprio come piacciono a noi.


Tenuta Scorciabove: prodotti biologici a filiera completa

Da subito, appena fondata, l’azienda decide di orientarsi verso il mondo del biologico e subito ottiene la certificazione dall’istituto ICEA, uno dei consorzi più qualificati del settore BIO in Italia e in Europa. Ma non bisogna stupirsi: la certificazione è giustificata dagli alti standard qualitativi e dalla filiera “dalla terra alla tavola”, che assicura la rintracciabilità delle materie prime e del prodotto finito, garantendo qualità dei prodotti e tutela del consumatore.

La filiera intera è una caratteristica che pochi possono vantare. Grazie alla filiera intera non si perde mai di vista la materia prima e la sua produzione, che vengono seguite con cura sin dagli inizi, da quando la pianta è appena un germoglio.

Tenuta Scorciabove è un marchio che contraddistingue e racchiude in sé passione, genuinità e tradizione, caratteristiche indispensabili per prodotti di alta qualità. La linea biologica, proposta in eleganti confezioni, non è altro che il frutto dei valori e della lunga tradizione agricola dell’azienda, che sin dal principio si è preoccupata di portare sulle nostre tavole qualità e prodotti genuini, perfetti per preparare piatti sani e “made in Puglia”, bio e artigianali, provenienti da una filiera controllata dal seme alla tavola.


Focus: la passata di pomodoro


Uno degli obiettivi della Tenuta Scorciabove è quello di preservare i prodotti pugliesi e la bontà dei frutti di questa meravigliosa terra, portando a tavola un prodotto semplice e genuino, ma emblematico della nostra cucina, ovvero la passata di pomodoro. Un tempo, la produzione di passata era un appuntamento fisso in tutte le case, una tradizione che accomunava tutte le regioni d’Italia, ma oggi, per molteplici cause, questa tradizione è andata quasi persa. Eppure, il pomodoro è uno di quei prodotti che non possono mai mancare nelle nostre dispense. Non a caso, nella cucina nostrana, la salsa di pomodoro è la base di moltissimi piatti come il ragù, i sughi, la pizza, le zuppe e chi più ne ha più ne metta.

Eppure, ci credi che non sempre è stato così? Il pomodoro è un frutto originario dell’America Latina e giunse in Europa solo dopo la scoperta del Nuovo Mondo. Inizialmente veniva usato più che altro come pianta ornamentale, essendo considerato non commestibile, e solo verso il XVI secolo cominciò ad essere impiegato nelle cucine del Sud Italia. Sembra poi che la pratica delle conserve sia nata a Parma, dove per la prima volta il pomodoro, dopo essere stato essiccato al sole, viene usato per fare la salsa. Ciò che è certo, è che da quel momento in poi il pomodoro è diventato un prodotto indispensabile nella nostra cucina, essendo ancora oggi ricercatissimo, tant’è che il mercato è saturo di questo prodotto e la scelta è sempre più difficile, anche a causa della poca chiarezza delle etichette.
Scegliere una buona salsa è diventata un’operazione ostica perché non sempre è possibile risalire alla zona di produzione, all’origine della materia prima, alle tecniche utilizzate o ai metodi di lavorazione.
Ed ecco ciò che rende diversi i prodotti della Tenuta Scorciabove: grazie alla filiera intera si mette nero su bianco tutto il processo di coltivazione e lavorazione del pomodoro, permettendo al consumatore di scegliere nella più totale consapevolezza dei prodotti dagli alti standard qualitativi e dal sapore genuino, interamente Made in Italy.


Tenuta Scorciabove, scopriamo i prodotti

I prodotti della Tenuta Scorciabove sono di altissima qualità, e non a caso possono vantare il certificato ICEA. La materia prima utilizzata viene seguita dal principio, dai campi, terreni biologici nei pressi del promontorio del Parco Nazionale del Gargano e scelti appositamente perché ideali per la coltivazione delle diverse varietà di pomodoro. Il clima, la conformazione del territorio e l’agricoltura Biologica, sono l’ingrediente segreto della Società Agricola Apulia Verde.
Il pomodoro, dopo essere stato raccolto manualmente, viene lavato e accuratamente selezionato, e quindi trasformato entro 12 ore dalla raccolta, preservando così le caratteristiche organolettiche del frutto appena raccolto. Ma veniamo ai prodotti.

Il primo che ti presentiamo è la passata di pomodoro tondo BIO, una salsa che porta a tavola il gusto e il profumo del tradizionale tondo pugliese. Si tratta di una salsa densa e vellutata, caratterizzata da un bel rosso brillante e da un sapore di pomodoro fresco e genuino, come se fosse stato appena raccolto dall'orto. Ideale per primi piatti, questa salsa non ha bisogno di molto lavoro per essere valorizzata, essendo già molto saporita. Basterà scaldarla in una padella, magari insaporendo prima un po' di olio extravergine di oliva con uno spicchio d’aglio, e poi mantecarvi una buona pasta di spessore. Aggiungi qualche fogliolina di basilico fresco ed ecco un piatto di pasta sano, semplice e genuino. 

Altro prodotto è la passata di pomodoro datterino e tondo BIO, in cui la morbidezza del pomodoro tondo viene spezzata dalla dolcezza del datterino. Anche in questo caso, si tratta di una salsa ideale per la pasta, ma anche per altri piatti. Da provare ad esempio sulla pizza, ma anche per realizzare una buona lasagna o per insaporire piatti a base di carne e pesce.

La passata di pomodoro pelatino BIO è perfetta sia per le preparazioni rapide che per le cotture lunghe, come ad esempio zuppe o sughi più consistenti. 

In ultimo c’è la passata di pomodoro datterino BIO, più dolce rispetto alle altre e davvero golosa. Anche in questo caso, non c’è bisogno di ingegnarsi molto per valorizzare il sapore e la dolcezza di questa salsa. Olio, spicchietto d’aglio, basilico, un pizzico di pepe e uno di sale… e via, la tua salsa è pronta! Buona e genuina come quella fatta in casa.

Le salse della Tenuta Scorciabove coccolano il cliente e trasmettono amore, passione e gusto della tradizione al primo assaggio. Per provare anche tu queste passate buone e genuine, allora dà un’occhiata al nostro portale. Chi sa quale ti ruberà il cuore!



Le nostre promesse

Vuoi provare il nostro servizio con il 10% di sconto? Iscriviti!