Solo prodotti di produttori eccellenti Oltre 900 recensioni positive
Spaghetti & Mandolino - home page / Il nostro magazine / Scopriamo il brand Riso Goio: ecco qui la nostra intervista

Scopriamo il brand Riso Goio: ecco qui la nostra intervista

Riso Goio è un'azienda situata nella Baraggia Vercellese, in particolare nel comune di Rovasenda, che produce riso DOP dal 1929.

Proprio nel 1929 un visionario, Ernesto Goio, che fino ad allora aveva lavorato come fattore per i Conti di Rovasenda, iniziò ad affittare territori agricoli nella Baraggia Vercellese, argillosi, poco fertili e ancora da bonificare. Con il duro lavoro e i suoi risparmi, Ernesto convertì brughiere e pascoli incolti alla coltivazione del riso, continuando ad acquistare sempre più terre. Con il tempo, egli riuscì ad acquistare parte delle terre e la Cascina San Felice. Successivamente negli anni Cinquanta, suo figlio Pietro, entrò in azienda e grazie a lui è stato possibile incrementare le superfici adibite alla coltivazione ed acquistare la Cascina Collobiè con i suoi terreni. Ora in azienda c'è la terza generazioneEmanuele, il figlio di Pietro, e grazie a lui nel 2007 si è ottenuto il riconoscimento europeo "Riso di Baraggia Biellese e Vercellese DOP". Con il figlio Edoardo in qualità di commerciale, anche la quarta generazione si sta preparando per valorizzare ciò che fino ad ora è stato ottenuto.
Riso Goio 1929 è quindi un sogno che viene portato avanti da quattro generazioni, che hanno sempre lavorato per vendere ciò che producono, diversificandosi per la qualità delle loro produzioni.

A noi piacciono queste realtà, questi produttori di prelibatezze uniche, certificate e pluripremiate: sono dei veri e propri tesori incastonati nella nostra Penisola tra mari e monti e nelle vie più sperdute di borghi e campagne. Noi non ci soffermiamo a vivere solo i loro prodotti, ma vogliamo scoprire più da vicino i protagonisti di questo brand. Ecco perché abbiamo mandato alcune domande a chi gestisce la comunicazione con noi.

Resta con noi a conoscere Riso Goio: leggi le risposte!
 

  • Con chi stiamo parlando?
    Sono Edoardo Goio, responsabile commerciale.
     
  • L’azienda è a conduzione familiare? Da quante generazioni e da che anno esattamente?
    L’azienda fonda le sue origini nel 1929, è a completa conduzione familiare e siamo arrivati già alla quarta generazione.
     
  • Chi è stato il fondatore? Qual è stata la formazione del fondatore o qual è il ramo lavorativo e professionale da cui proveniva se diverso dall’attuale?
    L’azienda è stata fondata nel 1929 da Ernesto Goio. Il suo lavoro era quello di fattore per i Conti di Rovasenda.
     
  • Qual è il vero motivo o il fatto scatenante che sta dietro alla nascita di questa azienda e quando è avvenuto?
    Sinceramente, non so cosa abbia spinto il mio bis nonno Ernesto a fondare la nostra azienda, credo che da visionario quale era avesse captato qualcosa da queste terre quando ai tempi addirittura non si coltivava neanche il riso. Nella sua giovane età, quando lavorava come fattore nell’azienda dei Conti di Rovasenda, ad un certo punto ha deciso di investire i suoi guadagni in terreni. Ogni volta che aveva un po’ di soldi comprava terra e da lì a poco è nata la nostra azienda che ai tempi era la più grande e importante del territorio. La cosa fondamentale è stata che lui fosse stato uno degli artefici della Bonifica della Baraggia Biellese e Vercellese, arrivando a creare le risaie disboscando vari terreni e e costruendo ben 3 dighe per convogliare l’acqua dal fiume Sesia proveniente dal Monte Rosa, tramite un sistema di canali artificiali alla Baraggia per creare la rete di irrigazione necessaria per la coltivazione di riso. Grazie a tutto ciò, con l’incontro dell’acqua sorgiva del Monte Rosa, con la terra dura e argillosa della Baraggia e le correnti mediterranee, nel 2007 la Commissione Europea è arrivata a conferire la DOP al riso di Baraggia Biellese e Vercellese per via delle sue proprietà organolettiche superiori e inimitabili.
    Come dicevo prima non so cosa il mio bis nonno avesse intuito all’epoca, però ha avuto ragione e aveva forse già capito tutto: è stato capace di vedere avanti di 78 anni. Purtroppo è mancato troppo presto, ma io sono molto orgoglioso di lui perché ha lasciato questa stupenda eredità alla sua amata famiglia. 
     
  • Qual è il vostro rapporto con la terra d’origine e la sua tipicità? E perché le volete raccontare con i vostri prodotti?
    Il nostro rapporto con la terra d’origine è strettissimo perché le diamo un enorme valore, la trattiamo con amore e rispetto, tant’è che abbiamo deciso di specializzarci in un unica varietà, scegliendo quella che più la rappresenta e che più di ogni altra in questa terra dà il meglio. Quando viene coltivato qui diventa unico, cambia completamente: questa varietà è il S. Andrea DOP di Baraggia Biellese e Vercellese.
     
  • Qual è stato il primo prodotto che avete creato?
    S. Andrea DOP di Baraggia Biellese e Vercellese.
     
  • Qual è il prodotto che oggi, invece, ritenete “di punta”?
    S. Andrea DOP di Baraggia Biellese e Vercellese.
     
  • E qual è il prodotto che nell’intera storia dell’azienda ha portato con sé maggiormente il cuore pulsante, la filosofia e l’anima dell’azienda stessa?
    Sempre S. Andrea DOP di Baraggia Biellese e Vercellese.
     
  • Parliamo di oggi: quanto si è ingrandita l’azienda dal giorno della sua nascita? Possiamo avere qualche numero?
    Purtroppo per vari motivi l’azienda ha ridotto la superficie coltivabile rispetto all’inizio, diminuendo ettari e produzione, ora siamo arrivati ad una produzione annua di 4500 quintali.
     
  • In questo momento: più tradizione o più innovazione?
    La nostra azienda ha un continuo legame tra innovazione e tradizione, infatti abbiamo un metodo di coltivazione che ci rende unici e che unisce tecniche di coltivazione antiche (rotazioni delle colture) a tecniche innovative (semina in asciutta).
     
  • Qual è stata l’evoluzione più importante dell’azienda per farla arrivare a quello che è oggi?
    Sicuramente la svolta è stata quando abbiamo aperto il marchio nel 2015 (Riso Goio 1929) e da semplici produttori abbiamo iniziato a commercializzare noi il nostro riso, proprio per un fatto di valorizzazione, così ci siamo tolti dal mercato del risone, vendendo noi direttamente e attribuendo noi il giusto valore.
     
  • Parlando invece del futuro: quale domani aspetterà l’azienda? C’è in programma qualche cambiamento o qualche nuovo processo evolutivo?
    Mi aspetto di far crescere tanto il nostro brand e se andassero bene un po’ di cose arrivare ad avere la nostra riseria così da poter coltivare, lavorare, confezionare e vendere noi il nostro riso.
     
  • Avete in programma di creare nuovi prodotti?
    Solitamente ogni anno creiamo qualcosa di nuovo, ma rimaniamo sempre fedeli alla nostra varietà, che proponiamo in diversi formati. Abbiamo una linea di risotti pronti sempre con il nostro riso nel quale aggiungiamo qualche nuova ricetta. L’ultimo nostro prodotto con il quale usciremo tra poco sono dei triangolini del nostro riso unito a 4 legumi, che ricreano l’effetto patatina con una croccantezza unica, non fritte, con pochissime calorie, senza glutine, vegane, ricche di fibre e proteine.
     
  • Avendo puntato su Spaghetti & Mandolino, quanto è importante per voi la vendita online, qual è stato il vostro rapporto in passato con questo canale di vendita e come lo vedete nel futuro?
    Abbiamo sempre visto di buon occhio l'e-commerce, perché lo riteniamo uno strumento utile per far conoscere i nostri prodotti a livello nazionale e internazionale. Di questi tempi a causa della pandemia abbiamo notato un incremento in questo canale di vendita e pensiamo che il futuro ormai porti ad un ulteriore incremento.
     
  • Valore: qual è stato, qual è oggi e quale sarà in futuro per la vostra azienda?
    La nostra azienda fin dal passato ha avuto un valore alto d'identità, che ha sempre mantenuto, ma ad oggi credo che potremmo ancora di più alzarlo perché vendendo direttamente a nostro marchio il nostro riso possiamo identificarci di più.
S&M  - autoreS&M

Ti consigliamo di gustare

 
Riso Goio 1929 250g
Riso Goio 1929
2,80
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Riso Goio 1929 1kg
Riso Goio 1929
6,50
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Paella Vegetariana 400g
Riso Goio 1929
11,40
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Panissa Vercellese 440g
Riso Goio 1929
12,20
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Riso Goio 1929 1kg in vaso di terracotta
Riso Goio 1929
19,50
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Riso Vialone Nano 1 kg
Terre del Bosco
4,50
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Riso Carnaroli superfino Cimone del Piloto
Pila Vecia
12,90
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Riso Acquerello invecchiato 1 anno 1kg
Acquerello riso
15,90
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello



Ricevi il nostro kit di benvenuto

Iscriviti per ricevere l'e-book contenente le ispirazioni estive dei nostri ambasciatori e scoprire di più su Spaghetti & Mandolino, sulla filosofia e sui prodotti e produttori che potrai portare sulla tua tavola (ah, nel mezzo c'è anche un coupon sconto).