facebook pixel

Benvenute Visciole di Cantiano: l’esaltazione dell’amarena selvatica

Benvenute Visciole di Cantiano: l’esaltazione dell’amarena selvatica

A Cantiano si arriva a nord dalla bellissima Gubbio e a sud dal litorale marchigiano: un piccolo paese medievale che fa parte della provincia di Pesaro Urbino. Su questi territori, sin dai tempi dei Romani, crescevano lungo la via Flaminia degli arbusti di ciliegia selvatica: l’Amarena Visciola, denominata Prunuscerasus, una varietà austera.

È soprattutto nel Medioevo che questo antico frutto selvatico veniva raccolto e utilizzato per la produzione di riduzioni e sciroppi corroboranti e ricchi di componenti energetici. Le Visciole di Cantiano sono considerate le migliori Amarene d’Italia e, anche se poco conosciute, hanno trovato sbocco commerciale e artigianale solo nei primi del Novecento fuori da questi territori, grazie ad alcuni produttori e a Fabbri, che divenne il fornitore ufficiale della Real Casa Savoia. Successivamente le esigenze di mercato e la poca disponibilità di prodotto hanno fatto sì che Fabbri continuasse a produrre con più semplici amarene, lasciando le Visciole a Cantiano.

Oggi, grazie ad un produttore illuminato che ha deciso di investire sulla conservazione del patrimonio vivaistico degli arbusti e delle piante originali, finalmente possiamo inebriarci della piacevolezza di questo frutto unico e raro. Corte Luceoli, della famiglia Tommasini, sta producendo le Visciole tra i prati e le radure rimaste incolte delle antiche proprietà sempre lungo la via romana Flaminia. Marilena Tommasini e la sua famiglia sono tutti coinvolti nella produzione agricola, nella trasformazione e nel marketing del prodotto.

Le Visciole sciroppate sono di una bontà sconfinata, quasi “imbarazzante” perchè non hanno niente a che vedere con le classiche amarene dolciastre e “finte” che si trovano purtroppo in tante pasticcerie e gelaterie. Qui c’è un livello di intensità di sapore da degustare ad occhi chiusi! Un sapore così deciso che vi farà dire “wow” ad ogni piccolo cucchiaio degustato. Le Visciole sciroppate sono trepitose da mangiare da sole, come fine pasto. Non sono dolcissime e hanno un finale intrigante ammandorlato con una bella sensazione fresca e acidula che facilita la deglutizione e la voglia di ricominciare.

Oltre alle Visciole sciroppate, Corte Luceoli ci propone il fantastico e tradizionale Vino di Visciola che viene prodotto con il succo di Visciola mescolato a del Sangiovese grosso proveniente dalle colline toscane di Montepulciano. Un vino aromatizzato rosso dolce ideale per biscotteria secca a base di cioccolato o spezie dolci. Inoltre ottimo da abbinare a cioccolati fondenti e modicani. Piacevolissimo come fine pasto assieme ad un bel Cubano aromatico. Infine Corte Luceoli ci propone anche delle ottime confetture e, in particolare, la confettura di pere e Visciole di Cantiano, ottima per formaggi freschi ed erborinati dolci.

 

Bernardo Pasquali



Le nostre promesse

Vuoi provare il nostro servizio con il 10% di sconto? Iscriviti!