facebook pixel

Come organizzare anche al nord un Natale Made in Sud

Come organizzare anche al nord un Natale Made in Sud

Avete anche voi un'amica o un amico del sud emigrato a nord? Sicuramente vivono il più classico dei drammi di questo periodo: il Natale da fuori sede.

Sì, perché quel che accade quando nasci al sud, magari a due passi da una spiaggia, letteralmente con il sole in fronte per undici mesi l’anno, tra panzerotti e taralli, accanto a un vicino che ti regala i pomodorini appena raccolti perché lui ha l’orto pieno e non sa che farsene, con tua nonna che ogni due ore, preoccupatissima, ti chiede se hai mangiato abbastanza, è che prima o poi cresci. Abbandoni il nido per trasferirti a nord, dove c’è lavoro, o dove c’è l’Università dei tuoi sogni, e ti ritrovi alle prese con il freddo e la nebbia. Di pomodorini appena raccolti neanche l’ombra, il mare è un sogno che aspetti per mesi dentro un ufficio con l’aria condizionata o mentre combatti con gli esami della sessione estiva. Tua nonna impara a usare lo smartphone solo per poterti chiamare ogni due ore e chiederti, preoccupatissima, se hai mangiato.
 

Eh sì, è questo il vero dramma delle persone che dal sud Italia si trasferiscono al nord: perché al freddo e al cielo grigio ci si fa l’abitudine… ma la nostalgia per il piacere della buona tavola è un dolore troppo straziante da sopportare.

Cosa potete fare per consolare il fuori sede costretto a passare il Natale lontano da casa, dagli affetti, dalle tavole imbandite, dagli zii che fino a ieri gli chiedevano “Ma quando ti laurei?” e che oggi gli chiedono “Ma quando ti sposi?” Fargli un regalo: organizzare anche a nord un autentico Natale made in sud!
L’emozione dei sapori più sognati durante l'anno senza il fardello delle domande insistenti. L’amico partenopeo non può resistere a pastiera e struffoli, che sono d’obbligo come dessert. Come primo, però, non fategli mancare la pasta di Gragnano, condita con una pacchetella di pomodorini del Piennolo del Vesuvio. Immancabile è la mozzarella di bufala campana Dop, che farà gola a ogni invitato. Se l'amico, o l'amica, arriva dalla Sicilia non potrà non amare la caponata di melanzane, i pomodori secchi o delle penne alla norma. Il tutto rigorosamente condito da un olio extravergine d'oliva di Sicilia Primo DOP biologico. Del Caciocavallo Silano Stagionato DOP, solitamente conteso fra diverse regioni, dalla Puglia alla Basilicata, dal Molise alla Campania, riporterà la pace a tavola, accompagnato da una salsiccia al peperoncino dolce. Ricordate di portare in tavola anche qualche bottiglia di Falanghina.


Completate il regalo organizzando una serata in compagnia di tutti gli amici più cari, siano essi del nord, del sud, o di qualunque luogo. Un po' di musica d'atmosfera e qualche grande classico come “Una poltrona per due” da far scorrere sullo schermo mentre brindate. Il fuorisede non lo ammetterà mai, ma le tavolate chiassose gli mancano come l’aria! 

Che sediate in una tavolata baciata dal sole del sud, o che passiate le feste al nord, buon Natale a tutti voi che scegliete di passarlo in compagnia dei sapori migliori!



Le nostre promesse

Vuoi provare il nostro servizio con il 10% di sconto? Iscriviti!