facebook pixel

I migliori formaggi ubriachi italiani

I formaggi ubriachi sono una vera specialità nel panorama delle produzioni casearie italiane. Il simpatico nome che gli è stato dato si avvicina veramente alla realtà: infatti, per ubriacare un formaggio si deve letteralmente gettare dentro in vasche piene di vinacce fresche, appena svinate e non spremute. La forma assorbe ingenti quantità di liquido del mosto che arriva fino al cuore del formaggio. Il risultato è un affinato sensazionale, dal gusto, colore e aroma unici! I nostri formaggi ubriachi sono italiani e provengono da caseifici d'eccellenza e pluripremiati. Insomma questi non sono solo formaggi, sono delle vere e proprie opere d'arte! Ti abbiamo portato tra le forme di formaggio create da artigiani caseari che stanno facendo scuola in tutto il mondo.


Come spediamo i Formaggi Ubriachi


Spaghetti & Mandolino è sempre stato sinonimo di qualità: siamo l'unico e-commerce in Italia che garantisce, in vendita online, solo formaggi ubriachi di eccellenza e che, come tali, meritano una spedizione e un confezionamento a norma che conservi l'integrità e la freschezza di ogni formaggio grazie a particolari confezioni salva-freschezza!

Avresti mai pensato che potesse essere così facile trovare in vendita online e acquistare al giusto prezzo queste rare prelibatezze? Sì perchè qui si parla di prodotti molto difficili da trovare e anche a tiratura limitata. I formaggi ubriachi non sono altro che formaggi stagionati che vengono affinati sotto vinacce di vini pregiati, quindi necessitano prima della stagionatura e poi del periodo di affinamento. La durata d’immersione varia da 8 a 10 giorni per i formaggi maturi, mentre sui 30 giorni per quelli invecchiati. Una volta estratti si asciugano e puliscono, poi si lasciano stagionare per altri 15 o 30 giorni prima di degustarli.


Formaggi Ubriachi: un po' di storia

Non tutti le elaborazioni dei formaggi sono studiate e sperimentate, e nel caso dell'ubriacatura del formaggio siamo di fronte a una fatalità, uno di quei casi in cui l'uomo ha dovuto fare di necessità virtù creando, senza volerlo, un vero e proprio mito della produzione casearia mondiale. Si narra infatti che durante la Prima Guerra Mondiale, nella Sinistra Piave Trevigiana, durante la ritirata di Caporetto, per nascondere agli austro-ungarici affamati le forme di formaggio, queste venivano nascoste sotto un cumulo di vinacce, considerate materiale di scarto e quindi non sottoposte a perquisizioni. Passati i pericoli, le forme vennero recuperate e queste avevano nel frattempo cambiato colore e consistenza. Questa inusuale maturazione rese il formaggio molto più buono, con un gusto tra il piccante e il fruttato. Da allora l'ubriacatura si è evoluta e oggi i formaggi ubriachi italiani fanno parte di preparazioni gastronomiche di altissima qualità.


Le nostre promesse

Vuoi provare il nostro servizio con il 10% di sconto? Iscriviti!