Solo prodotti di produttori eccellenti Oltre 900 recensioni positive
Spaghetti & Mandolino - home page / Il nostro magazine / Si dice salsiccia o salciccia? Qual è il termine corretto? Scopriamolo!

Si dice salsiccia o salciccia? Qual è il termine corretto? Scopriamolo!

Nella lingua italiana ci sono numerosi termini in cui capita di imbattersi e chiedersi: ma qual è la forma corretta? Molto spesso si tratta di parole arcaiche che nel corso dei secoli si sono evolute fino a diventare la pronuncia utilizzata nei giorni nostri. In alcuni luoghi però, la forma più vecchia, spesso detta dialettale o regionale, viene ancora ampiamente utilizzata provocando così dubbi su quale sia la forma più corretta. Ad esempio: si dice salsiccia o salciccia? Può sembrare banale ma numerose autorità, come il dizionario online della Treccani e l’Accademia della Crusca, si sono occupate della vicenda!


Salsiccia o Salciccia, sveliamo l’arcano sulla forma corretta

 

Sgombriamo il campo da ogni dubbio: la parola giusta in italiano è salsiccia. Lo spiega la Treccani: la forma corretta è salsiccia, perché la parola deriva dal latino salsicia. La forma salciccia, sconsigliabile, è molto diffusa nell’uso popolare ed è modellata sul sostantivo ciccia.

 

»SCOPRI TUTTE LE TIPOLOGIE DI SALSICCIA A TUA DISPOSIZIONE «

 

Sull’argomento l’Accademia della Crusca si esprime così: Tanto è comune e ampia la disponibilità dell’oggetto (in letteratura ma anche, naturalmente, nella nostra quotidianità) che, come spesso accade, specialmente nella terminologia d’area gastronomica, la voce conosce numerose varianti differenti da regione e regione, al punto da oscurare o mettere in dubbio – come testimoniano le numerose domande dei nostri utenti – la correttezza della forma da considerare normale, cioè salsiccia. La forma salciccia viene percepita da molti come più “corretta” semplicemente perché in essa appaiono evidenti e ben distinguibili gli ingredienti principali dell’insaccato: il “sale” e la “ciccia” , cioè la carne. Salciccia resta quindi una variante popolare e regionalmente connotata. Si consiglia di limitarne l’uso a contesti familiari. In tutti gli altri casi, è senza dubbio preferibile ricorrere alla forma salsiccia.

Un errore comune è quello con la terminologia al plurale: la parola salsiccia al plurale si pronuncia salsicce e non salsiccie come qualcuno potrebbe essere portato a pensare.

 

Salsiccia o salciccia, comunque sia è buona da mangiare

 

Ora che conosciamo la giusta pronuncia italiana, ovvero salsiccia, proseguiamo con un altro problema. Sì, perché la salsiccia cambia completamente nome in base al luogo dove viene prodotta. Si tratta infatti di un insaccato molto popolare, tipico di numerose regioni. A seconda degli ingredienti e le zone dove viene prodotta, assume varie denominazioni: luganega, salamella, salamina, salamino, salametto, bardiccio, rocchio , zazzicchia per citarne alcuni.

La salsiccia o salciccia, è molto gustosa, ne esistono come già detto decine di varianti tutte molto apprezzate: in alcune zone della Sicilia per esempio abbiamo la salsiccia Pasqualora, fatta con carne di maiale tagliata in punta di coltello, sale, pepe nero, peperoncino, vino bianco e semi di finocchio selvatico. In Toscana abbiamo il Bardiccio, una salsiccia fatta con le parti meno nobili del maiale e ricche di sangue, da qui il colore molto scuro.

Anche qui l’elemento fondamentale, oltre agli aromi è il finocchietto selvatico. In Lombardia abbiamo le salamelle di Mantova,  dove alla carne di suino viene aggiunta pancetta e spalla di suini, sale, aglio, pepe ed insaccato in budelli, preparati in filze di 15 cm circa ciascuna. Viene consumato cotto ai ferri o in tegame e come condimento per il famoso risotto alla pilota, dialettalmente detto risotto con la salsiccia o salciccia.

 

»SCOPRI TUTTE LE TIPOLOGIE DI SALSICCIA A TUA DISPOSIZIONE «

 

Un’altra differenza è quella che c’è tra luganega e salsiccia: territoriale e di forma. La luganega è un insaccato fresco lungo, stretto e arrotolato “a chiocciola” particolarmente diffuso nel Nord Italia. La differenza fra luganega e salsiccia si vede anche ai fornelli. Entrambe sono ottime alla griglia e rosolate in padella. Ma se la salsiccia viene spesso preparata anche al forno o alla griglia, la luganega invece trova nella cottura in umido una gustosa variante, oltre ad essere l’ingrediente principale del risotto alla monzese! In Veneto c'è la salamella che in una grigliata non può mai mancare. 

 

Salsiccia o salciccia, scopriamo quella di Spaghetti & Mandolino

 

Tra le più curiose salsicce che potrete trovare sul portale c’è sicuramente la salsiccia beneventana prodotta della famiglia Giannelli con finocchietto selvatico tipico della macchia mediterranea e aglio che, oltre ad avere un carattere aromatico significativo, ha anche un valore conservativo molto importante. Questa salsiccia non contiene alcun tipo di conservante e antiossidante. Viene prodotta con il 100% di carne italiana proveniente dai suini allevati a Roccia di Ariano Irpino in provincia di Avellino. In Veneto abbiamo la luganega del salumificio Pavoncelli e la salamella con o aglio oppure dolce senz’aglio di Corrado Benedetti. Trova la salsiccia che fa per te, ordinale e goditela direttamente a casa tua con Spaghetti & Mandolino!

 

Francesco Scuderi

S&M  - autoreS&M

Ti consigliamo di gustare

SPEDITO DAL PRODUTTORE
Salsiccia cruda di puro bovino adulto 1kg
Quadro Carni e Salumi 1860
24,50
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Carne salada - Girello metà 1,5 kg
Salumificio Freoni Danzi
29,90
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello
 
Fesa di tacchino arrosto - metà 1kg
Salumificio Freoni Danzi
14,20
Maggiori informazioni
Aggiungi al carrello



Ricevi il nostro kit di benvenuto

Iscriviti per ricevere l'e-book contenente le ispirazioni estive dei nostri ambasciatori e scoprire di più su Spaghetti & Mandolino, sulla filosofia e sui prodotti e produttori che potrai portare sulla tua tavola (ah, nel mezzo c'è anche un coupon sconto).