Scubla: scopri i prodotti

Scubla

Nella zona meridionale dei Colli Orientali friuliani prende forma un sogno, quello di Roberto Scubla. Frequentatore di vecchi studi in biologia, ha abbandonato la banca dove lavorava per amore della campagna: un vero ritorno alla terra, frutto di una passione coltivata sin da piccolo, quando il fascino della viticoltura collinare lo aveva conquistato attraverso la frequentazione della tenuta di proprietà di un suo zio.

Ecco quindi che Roberto concretizza il suo sogno: è il 1991, anno di nascita dell'Azienda Agricola Scubla. L'azienda comincia a produrre vino da alcune vecchie vigne esistenti a cui si sono aggiunti nuovi impianti, fino ad arrivare a 12 ettari vitati. Da allora sono passati molti anni e Roberto Scubla ha potuto contare sull’appoggio di familiari e amici, ma anche di esperti di grande levatura, principalmente dell’enologo Gianni Menotti, sia in campagna che in cantina, che gli hanno permesso di avviare una produzione dagli standard qualitativi elevatissimi, con riscontri sui mercati e sulla stampa specializzata a livello internazionale.


Vini Scubla: passione, cura, dedizione, elevazione

La zona è un luogo d'elezione per vini dalle straordinarie armonie di aromi e sapori. L'azienda, fin dalla sua nascita, è di contenute dimensioni (produce solo 60.000 bottiglie all'anno) e questa limitata produzione permette una cura molto attenta delle uve vendemmiate a mano e dei vini. Ciò ha fatto sì che negli ultimi anni le principali Guide dei Vini siano state particolarmente generose nell’assegnare ottime valutazioni ad anche di massimo livello per alcuni suoi vini. Un ottimo risultato che non è un punto di arrivo, ma un incoraggiamento per cercare di migliorare sempre con nuove esperienze, nella cura della vigna il cui prodotto è la vera base per un’attenta elaborazione del valore del frutto e quindi del vino.

Il centro aziendale si trova sulla sommità della collina da cui si domina un panorama meraviglioso, aperto e suggestivo, a poca distanza da località di grande fascino storico e culturale, come Cividale. 
Nel periodo dal 1995 al 2000 è stato ristrutturato completamente l’antico edificio rurale che comprende casa padronale e cantina, rispettando la tradizione, ma dotando le zone operative delle migliori e più moderne tecnologie.
Oltre allo splendido restauro della casa, che permette di accogliere i graditi ospiti e visitatori in sale di degustazione accoglienti e ricche di atmosfera, la cantina è stata rifatta ricavando una sala per i legni completamente interrata, che gode di una temperatura straordinariamente equilibrata per l’affinamento in barriques e tonneaux. È questo il luogo ideale di elevazione per i rossi come lo Scuro ma anche per il passito Graticcio e per l’uvaggio Bianco Pomèdes.


Scubla: vini pluripremiati in limitata produzione

Roberto Scubla, con una media di 60.000 bottiglie all’anno, è divisa tra i bianchi (65%), i rossi (30%) e il Passito di Verduzzo “Cràtis” (5%). 
Il lavoro e lo studio, per l'azienda friulana, sono improntati alla ricerca di caratteri di eleganza e finezza, sia nei bianchi che nei rossi.
Nel primo caso la scelta è quella dello sviluppo in botti d’acciaio termocondizionate, per conferire ai bianchi in purezza la massima tipicità e l’espressione fruttata dell’uva; per i secondi l’affinamento in legno è dosato, per rispettare la supremazia del vino.
Scubla considera il proprio lavoro un mosaico, dove ogni fase deve incastonarsi perfettamente per conferire ai vini colori e gusti armonici.
 

Le nostre promesse

Vuoi provare il nostro servizio con il 10% di sconto? Iscriviti!