Del Rebene: scopri i prodotti

Del Rebene

Un borgo antico, un terroir collinare di grande suggestione paesaggistica e un territorio immenso. Questi sono i tre ingredienti dell’Azienda Agricola Del Rébene, impresa a conduzione familiare che dal 2007, nel totale rispetto del territorio e nella sostenibilità della propria mission, si dedica alla coltivazione della vite nel cuore dei Colli Berici di Vicenza. Del Rèbene sorge qui ed è chiamata in questo modo per il nome della costa collinare su cui si erge, “Rebène”, dal termine Reben portato dai coloni cimbri e che significa “vite, vigna”.


Del Rèbene: il cuore pulsante biologico e biodinamico dei Colli Berici

L’azienda Agricola Del Rèbene si estende per ben 23 ettari nel cuore dei Colli Berici su un colle originato da un antico camino vulcanico.
Ed è proprio su questi terreni che Francesco Castegnaro abbandonata la carriera da avvocato, ha deciso di coltivare quasi 5 ettari di vite e 3 ettari ad ulivo, in un luogo che già in antichità era considerato ideale per la vinicoltura. In realtà, la sommità del colle e i suoi ripidi versanti vengono coltivati anche con ulivi, ciliegi e ortaggi di vario genere. Le terre, baciate dal sole e servite di acque dalla vicina Fontana del Monte, sono l’ideale per la coltivazione di frutta e verdura di qualità.
 
L’azienda impiega fonti energetiche rinnovabili e viene condotta con metodo biodinamico e biologico certificato dal 2007, consentendo alle uve di giungere a maturazione completa così da realizzare vini di qualità in un sito incontaminato e interamente circondato da boschi. Nel comprensorio dei Colli Berici il Rèbene è il vigneto più alto, a 300m sul livello del mare, ed è qui che le cultivar Carmenère, Cabernet Suvignon, Cabernet Frank e Tai Rosso trovano le condizioni ideali per sprigionare le loro caratteristiche organolettiche. Il terreno argilloso e ricco di sostanze nutritive, molto acclive ed esposto a sud, il clima mite e ventilato, l’altitudine e l’irrigazione a goccia donano alle uve a bacca rossa grandi qualità e sfumature aromatiche eleganti e fruttate.


I vini Del Rèbene: il Carmenère è il vero protagonista tra i vitigni

Il Carmenère, vitigno che si pensava estinto dopo l’epidemia della filossera di fine 800, è tipico del Nord Est italiano, spesso confuso con il Merlot nonostante le caratteristiche ampelografiche e organolettiche decisamente diverse. Francesco Castegnaro si è preso in carico il compito di dare il giusto valore a questa cultivar. Ristrutturato il borgo cinquecentesco e tre ettari di terrazze che oggi ospitano l’impresa e gli ettari coltivati, si è poi dedicato con convinzione ai vitigni locali e alla produzione di olio EVO. Ed è nei territori incontaminati del Rebène che ha inizio e fine il processo di vinificazione, di cui il Carmènere, profumatissimo, è protagonista.

I vini ottenuti sono netti, aromatici e profumati, non appesantiti dal legno grazie ai mesi di tonneaux, sfumando il vino su richiami speziati. Si tratta di vini godibili, accoglienti, con una delicata salinità e con un gusto netto, immediato. I tannini, dolci e maturi, conferiscono sfumature delicate assolutamente indimenticabili, donando un vino intenso al naso nei profumi di mora, di ciliegie in composta,  di erbe, eucalipto e ginepro, con una sottile e piacevole nota fumé.

Le nostre promesse