Acetaia Al Parol: scopri i prodotti

Acetaia Al Parol

L'Acetaia Al Parol è un'acetaia dell'Azienda Agricola Sarti Maria, che si occupa di aceto balsamico tradizionale di Modena, certificato DOP.
L'Acetaia Al Parol deve il suo nome al "parol", che in dialetto modenese sta ad indicare il paiolo, il classico e tradizionale recipiente nel quale viene cotto il mosto fresco che alla fine del processo di produzione diventa aceto balsamico.
 

Acetaia Al Parol: la storia di un'eccellenza modenese

L'Acetaia Al Parol nasce dalla passione di Valerio Foca per l'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena (ABTM) e dura da oltre 40 anni.

Valerio Foca nel 1974 si trasferisce a Modena dalla Romagna per amore e grazie ad un collega di lavoro viene a conoscenza dell'aceto balsamico tradizionale, che con tutte le sue peculiarità fa nascere in lui una grande passione.
Decide così di creare una piccola produzione nel tempo libero, iniziando a specializzarsi sempre più nel settore.
Acetaia Al Parol nasce nel 1977 quando Valerio acquista la prima batteria formata da 5 botti. Comincia così la sua prima produzione di Aceto Balsamico Tradizionale e con essa inizia il lento invecchiamento del suo prodotto.

Negli anni successivi Valerio frequenta corsi da assaggiatore presso la Consorteria di Spilamberto e nel 2001 diventa Maestro assaggiatore.
Ora è membro del Consorzio dell'ABTM e partecipa agli assaggi per l'ok all'imbottigliamento con la DOP dell'aceto balsamico.
Nel 2014 l'aceto dell'Acetaia Al Parol si classifica tra i migliori 6 prodotti, su circa 1800 partecipanti, al Palio di Spilamberto, la gara più prestigiosa del modenese.

Oggi l'Acetaia Al Parol conta oltre 200 botti, con una produzione annuale di Affinato DOP di circa 500 bottiglie e di Extravecchio di 90 pezzi.
 

Acetaia Al Parol: la produzione del tradizionale "oro nero"

Nell'azienda agricola i legni di castagno, gelso, rovere, ciliegio e ginepro impreziosiscono l'aceto balsamico coi propri aromi. Il tempo e la maestria dell'acetaio fanno il resto.
Nell'Acetaia Al Parol è presente l'intera filiera, partendo dalle uve certificate della loro vigna e arrivando fino ai travasi e al rabbocco annuale della batteria.

Le uve tipiche modenesi coltivate in loco sono principalmente Trebbiano e Lambrusco. Da esse si ricava il mosto fresco che viene cotto a cielo aperto all'interno dei tipici paioli. Da qui si dà il via alla fermentazione e alla conseguente acetificazione.
Il mosto acetificato viene poi inserito in botte madre e travasato in altre botti più piccole, attive da più tempo.

Ciò che si ottiene dall'intero processo è un prodotto finale arricchito dai profumi esaltati dai legni delle botti e dal tempo che ne culla l'aroma.

É proprio qui che i procedimenti e le attenzioni della tradizione danno vita ad un prodotto unico e pregiato, che nasce dalla passione e dall'amore che da quarant'anni caratterizza le due generazioni della famiglia Foca.
Valerio e le sue figlie operano quotidianamente per portare avanti la tradizione dell'aceto balsamico di Modena e per far conoscere a sempre più persone questo prodotto così versatile e di altissima qualità, che accompagna ogni piatto aggiungendo un gusto peculiare ed inimitabile.

Aceto balsamico tradizionale di Modena DOP 12 anni 100ml
Aceto balsamico tradizionale di Modena DOP 25 anni 100ml
Le nostre promesse

Vuoi provare il nostro servizio con il 10% di sconto? Iscriviti!