Spedizione gratuita in Italia sopra €49 Solo prodotti di produttori eccellenti Oltre 500 recensioni positive

Arancina o arancino?

foto_piccolaby Fabio De Vecchi

L'origine araba dell'arancina

La nascita di questo piatto risale alla dominazione nel sud Italia da parte degli arabi, i quali avevano l'abitudine di mettere un pochino di riso con zafferano nel palmo della mano, farne una pallina e condirla con carne d'agnello. Negli anni la ricetta ha subito numerose influenze tanto che la parte croccante esterna, arriverà nel 1200 grazie a Federico II.

 

Questa fantastica palletta di riso, si chiama Arancina o Arancino?

L'eterno dilemma della cucina. Il nome della pietanza deriva dal fatto che la forma ricorda il frutto di cui la Sicilia abbonda: l'arancia. La distinzione è data dal fatto che a Catania il frutto viene usato al maschile e quindi 'arancio', mentre nella Sicilia occidentale al femminile: 'arancia'. Qual è quindi quello corretto? Beh, con una palermitana doc nel team non abbiamo dubbi: per noi, sarà sempre arancinA!
 

Come fare un'arancina?

Andiamo a scoprire quindi la ricetta per un'arancina rivisitata.

Per 18/20 arancine avrai bisogno di:

1 kg di Riso Roma di Acqua e Sole

zafferano

brodo granulare vegetale BIO di Well Alimentare Italiana

passata di pomodoro di Tenuta Scorciabove per il ragù

acqua

burro

sale q.b.

pepe q.b.

pangrattato q.b.

olio di semi
 

Metti sul fuoco una pentola piena d'acqua, appena quest'ultima bolle, aggiungi lo zafferano, il brodo granulare e versa il riso. Fai bollire per 5 minuti, copri la pentola con un coperchio, spegni il fuoco e attendi finchè il riso non avrà completamente assorbito l'acqua. A questo punto aggiungi un bel pezzo di burro e lascia raffreddare. Nel frattempo, prepara il ragù con la passata di pomodoro BIO di Tenuta Scorciabove. Continua a cuocere finchè il sugo si sarà bene addensato; aggiusta, infine, di sale e pepe. A questo punto inizia a comporre le arancine: con le mani umide prendi una manciata di riso, schiacciala sul palmo e adagia al centrouna cucchiaiata di ragù. Forma una palla di circa 7/8 cm di diametro. Una volta appallottolato tutto il riso, passa le arancine nel pangrattato e friggile in abbondante olio di semi, che deve essere già molto caldo, fino a completa doratura.

 

Per apprezzare a pieno questa prelibatezza ed esaltare tutti i suoi profumi e le sue consistenze, ti consiglio di stappare un'ottima birra strutturata e dalle note agrumate come la IPA di Ca' Verzini.

Contenuto dell'ispirazione Arancina o arancino?

 
Passata Mix di Pomodoro Datterino e Tondo BIO 500g
Puglia

Passata Mix di Pomodoro Datterino e Tondo BIO 500g

Tenuta Scorciabove

3,50

Aggiungi al carrello
 
Brodo Well granulare vegetale BIO 150g
Veneto

Brodo Well granulare vegetale BIO 150g

Well Alimentare Italiana

4,20

Aggiungi al carrello
 
IPA birra artigianale Ca' Verzini 500ml
Veneto

IPA birra artigianale Ca' Verzini 500ml

Ca' Verzini

4,60

Aggiungi al carrello
 
Riso Roma 1kg
Piemonte

Riso Roma 1kg

Acqua e Sole

5,50

Aggiungi al carrello
 
Zafferano delle Langhe in pistilli 0,3g
Piemonte

Zafferano delle Langhe in pistilli 0,3g

Safranum

9,90

Aggiungi al carrello
Ricevi il nostro kit di benvenuto

Iscriviti per ricevere l'e-book contenente le ispirazioni estive dei nostri ambasciatori e scoprire di più su Spaghetti & Mandolino, sulla filosofia e sui prodotti e produttori che potrai portare sulla tua tavola (ah, nel mezzo c'è anche un coupon sconto).