facebook pixel

Il Mulino di Gragnano

Il Mulino di Gragnano: scopri i prodotti

IL MULINO DI GRAGNANO: LA PASSIONE PER LA TRADIZIONE

Il Mulino di Gragnano nasce dall'incontro di cinque giovani che, dopo essersi conosciuti presso la Parrocchia di San Leone di Gragnano, hanno deciso di scommettere su uno dei prodotti cardine della propria città: la pasta di Gragnano. 

Inizialmente il progetto di Alfredo, Luigi ed Agostino era quello di valorizzare il ruolo della pasta attraverso molteplici eventi, mentre Francesca e Raffaele iniziarono a lavorare su vari lavori inerenti al settore durante il periodo dell'università. I cinque ragazzi decidono di dare vita al loro progetto il 2 ottobre 2015, sostenuti dalla "Comunità di Progetto Policoro" e dalle famiglie della Parrocchia di San Leone, affrontando al meglio i problemi e le difficoltà che in principio si sono presentati.  
 

IL MULINO DI GRAGNANO: LA FILOSOFIA 

La loro filosofia è quella di portare avanti la tradizione innovandola, utilizzando i migliori prodotti e le tecniche di produzione più all'avanguardia. Ciò comporta un processo di produzione più lento che, in compenso, garantisce la qualità del prodotto.
I formati di pasta proposti sono prodotti solo con materie prime selezionate. La semola di grano duro proviene da frumento di qualità superiore italiana delle colline del sud Italia, coltivato senza l'utilizzo di sostanze chimiche e pesticidi. Il grano, dopo essere stato setacciato e ripulito da eventuali impurità, viene macinato in loco nel mulino. 
 

COME PRODUCONO LA PASTA DI GRAGNANO

La semola di grano duro viene impastata con pura acqua sorgiva del Monte Faito, caratterizzata dalla bassissima quantità di calcare, donando alla pasta un sapore inimitabile. L'impasto è poi lavorato accuratamente fino a formare una pasta omogenea ed elastica che, dopo essere stata minuziosamente controllata, attraversa poi apposite trafile in bronzo, rendendo la pasta rugosa in tutti i suoi formati, caratteristica indispensabile per esaltare i sapori del sugo e dei condimenti. 

L'essicazione è lenta e avviene a temperature molto basse che si aggirano tra i 40 e gli 80 gradi, richiamando le antiche tradizioni. A Gragnano, era "o' spannatore" che aveva il compito di stendere la pasta nelle canne e metterla stesa al sole o all'aria aperta. Si tratta di un passaggio molto delicato perché la pasta è igroscopica ed estremamente sensibile al clima. Il pastificio Il Mulino di Gragnano, nel rispetto di ciò, utilizza il metodo "Cirillo", il quale prevede un'essicazione ottimale grazie alla riproduzione di uno speciale microclima, ottenuto controllando periodicamente i valori di umidità e i parametri di riferimento ambientale, a una temperatura tra i 28 e i 38 gradi per circa 30 ore.  

Al termine dell'essicazione, la pasta viene portata a temperatura ambiente e confezionata a mano in appositi imballaggi salvafreschezza.


IL MULINO DI GRAGNANO: FORMATI

Il Mulino di Gragnano offre una selezione di pasta nei formati più classici: paccheri, mezzi paccheri, calamarata, pennoni rigati, fusilloni, lumaconi rigati, mezze maniche rigate, mafaldine corte, mafaldine lunghe, spaghettoni, occhi di lupo, pennoncini rigati, linguine, fusilletti, scialatielli, ziti, etc, prediligendo i formati più antichi della tradizione gragnanese.

Le nostre promesse

Vuoi provare il nostro servizio con il 10% di sconto? Iscriviti!