facebook pixel

I Prodotti Tipici della Regione Toscana

Cerchi prodotti tipici italiani? Sul nostro shop puoi trovare l'eccellenza di ogni regione, dove aziende importanti puntano a conservare sapori e tradizioni che vengono tramandati da generazioni e che compongono, di fatto, la cultura enogastronomica del nostro Paese. Un vero e proprio itinerario del gusto che passa, in questa sezione, dalla Toscana e dalle sue tipicità.

COME SPEDIAMO I PRODOTTI TIPICI TOSCANI

Spaghetti & Mandolino è sempre stato sinonimo di qualità: siamo l'unico e-commerce in Italia che garantisce in vendita online i migliori prodotti tipici toscani di eccellenza e, come tali, meritano una spedizione e un confezionamento a norma che conservi le proprietà e l'integrità di ogni singolo prodotto grazie a particolari imballi e confezioni salva-freschezza. 

Migliora selezione

Prodotto biologico Acquacotta Toscana - Agriturismo Il Poggio

Agriturismo Il Poggio


4,49

aggiungi


Prodotto biologico Buccellato di Lucca - Le delizie di Nonna Nina

Le delizie di Nonna Nina


21,45


Prodotto biologico Buccellato di Lucca 500g - Le delizie di Nonna Nina

Le delizie di Nonna Nina


10,73


Prodotto biologico Cantucci di Pontedera al cioccolato 1kg - Le delizie di Nonna Nina

Le delizie di Nonna Nina


23,93


Prodotto biologico Cantucci di Pontedera al cioccolato 250g - Le delizie di Nonna Nina

Le delizie di Nonna Nina


6,00


Prodotto biologico Cantucci di Pontedera al cioccolato 500g - Le delizie di Nonna Nina

Le delizie di Nonna Nina


11,97


Prodotto biologico Cantucci di Pontedera alle mandorle 1kg - Le delizie di Nonna Nina

Le delizie di Nonna Nina


23,93


Prodotto biologico Cantucci di Pontedera alle mandorle 250g - Le delizie di Nonna Nina

Le delizie di Nonna Nina


6,00


Prodotto biologico Cantucci di Pontedera alle mandorle 500g - Le delizie di Nonna Nina

Le delizie di Nonna Nina


11,97


Prodotto biologico Cantucci di Pontedera Pere e Cioccolato - Le delizie di Nonna Nina

Le delizie di Nonna Nina


11,97


Prodotto biologico Cantucci di Pontedera Pere e Cioccolato 1kg - Le delizie di Nonna Nina

Le delizie di Nonna Nina


23,93


Prodotto biologico Cantucci di Pontedera Pere e Cioccolato 250g - Le delizie di Nonna Nina

Le delizie di Nonna Nina


6,00


Pagina 1 di 7Prodotti per pagina:
1234567

Ci sono territori italiani che stereotipano l’immagine stessa del nostro Belpaese. La Toscana è uno di questi. Quando si vuole definire in un’immagine l’Italia nel mondo basta un casale isolato sulla cima di un poggio a cui arriva un strada ornata di cipressi. Quante volte siamo rimasti rapiti anche noi da questa immagine? La Toscana è forse una delle regioni italiane che maggiormente suggestiona e rapisce il mondo per la sua bellezza. Eleganza e bellezza sono due fattori comunicanti da sempre. Sin da quando si accende una luce sul mondo sulla città di Firenze. La fine del Medioevo e l’inizio del Rinascimento.

È il XIV secolo e da qui parte il rinnovamento dell’uomo nel mondo, dopo l’oscurantismo medievale. Un passaggio fondamentale che contribuisce a stravolgere gli usi e costumi dei popoli. Le città subiscono una forma di ammodernamento che ne cambierà i connotati e fioriscono gli artisti che ancor oggi emozionano l’animo dell’uomo. Il senso estetico arriva anche nei piatti.

È la prima volta, dopo l’Impero Romano, dove mangiare non è più solo nutrirsi. Il cibo come elemento e viatico di bellezza e di piacere. Per la prima volta una dimensione edonistica dell’uomo si riflette sui prodotti tipici, quelli toscani. Belli da vedere e buoni da mangiare. È un binomio che inizia ad affermarsi nella cucina tradizionale rinascimentale di corte. I Medici sono una famiglia potente che domina il territorio toscano e si scontra con le altre grandi potenze dell’epoca, Pistoia, la Repubblica Marinara di Pisa e Livorno, Siena, Grosseto. Sono le Città Stato che iniziano a commerciare i loro beni e, logicamente tra questi, le primizie del territorio di appartenenza.


I PRODOTTI TIPICI TOSCANI CHE HANNO FATTO STORIA


Certamente è sempre il vino in Toscana ad avere la meglio e a sovrastare l’economia agricola regionale. Assieme all’Olio d’Oliva che, a quel tempo, serviva come riserva per illuminare le città e i monumenti che le abbellivano.  La Toscana è comunque da sempre anche terra di grano e di cereali, oltre che riserva lattiero casearia grazie ai suoi tanti pascoli e allevamenti di pecore. Una razza bovina ha mantenuto la sua storia nel territorio casentinese e nella Val di Chiana, La Chianina appunto, oggi diventata una delle razze più pregiate al mondo dalla quale si ottengono tagli di fiorentine riconosciute in tutto il mondo. La Toscana è terra di mare, colline e montagne.

Foreste straordinarie di antiche querce secolari dove sopravvive, ancor oggi, il sacro silenzio della natura. Boschi scelti da San Francesco per il suo eremitaggio a La Verna, nel parco delle Foreste Casentinesi, dove ricevette le stimmate. La Toscana è terra selvaggia in Maremma, dove i butteri a cavallo pascolano ancora le loro mandrie bovine. Terra di crete profonde tra le colline senesi, dove si aggrappano vigne e olivi di pregio. Costiera marina con luoghi culto della mondanità contemporanea: Viareggio, Forte dei Marmi, Marina di Pietrasanta. Montagna di marmi bianchi tra Massa e Carrara, che hanno dato origine alle più grandi opere d’arte di tutti i tempi scolpite dal Michelangelo, Bernini e Canova. Colline vitate senza tempo dove l’arte enoica risale agli antichi etruschi e poi ai romani: il Chianti Classico DOCG, Montalcino, Montepulciano, Bolgheri sono nomi impressi nella memoria di tutti i wine lovers del mondo. I boschi della lunigiana dove resiste ancora la purezza dei prati e di una natura colorata di fiori ed erbe aromatiche.

Ma parliamo dei prodotti DOP più conosciuti di questa regione. Il Lardo di Colonnata DOP ad esempio. Colonnata, un paesino arroccato alle rocce bianche di marmo di Carrara, un borgo che si confonde nella pietra, un’antica tradizione dei lavoratori delle cave di marmo era quella di conservare la parte più povera del maiale, il grasso sottocotenna, all’interno di buche scavate nella roccia mescolandola con erbe aromatiche tipiche del territorio, rosmarino, alloro, e sale marino. La cultura del Lardo di Colonnata resiste ancor oggi e ha raggiunto le tavole più prestigiose di tutto il mondo. L’intuizione contadina che oggi diventa culto e ricercatezza.

Un altro prodotto che accomuna le terre toscane è il Prosciutto Toscano DOP, particolarmente saporito e salato rispetto ai Parma DOP e San Daniele DOP. Ma tutti i prodotti tipici norcini toscani sono particolarmente sapidi. La motivazione sta nel fatto che il pane in Toscana è senza sale e quindi sposa solo salumi già salati di suo. Un retaggio medievale e rinascimentale. Siccome le saline più grandi del paese erano in mano allo Stato Pontificio, se si voleva comprare il sale si doveva passare da loro e pagare una tassa di concessione. Firenze e la Toscana sono da sempre i paladini dell’odio contro lo Stato Pontificio e per questo liberano il pane dal sale ed evitano il contributo al nemico.

Una vera e propria tradizione casearia esiste in Toscana e ha il suo enclave nella zona di Pienza. Il Pecorino Toscano DOP ne è il principale interprete.

La produzione olearia di altissima qualità è molto importante anche per l’economia nazionale, le principali DOP sono la Chianti Classico DOP, Lucca DOP, Terre di Siena DOP e il più generico Toscano DOP.

San Giminiano, oltre ad essere famoso per le sue bellissime torri e la lavorazione dell’alabastro, è importante per la produzione dello Zafferano di San Gimignano DOP.

Siena si distingue invece per la sua produzione di dolcetti rinascimentali che rimangono la testimonianza di una cucina non solo buona ma anche bella. I Ricciarelli di Siena IGP sono abbelliti con un po’ di zucchero a velo per impreziosirli alla vista. Diventano i dolcetti delle feste e quelli preferiti dai signori della corte. Oggi hanno raggiunto le tavole di tutto il mondo soprattutto nel periodo natalizio.

Parlavamo di cereali tipici che da secoli compongono le più importanti ricette toscane come la Ribollita e le sontuose zuppe contadine. Il Fagiolo di Sorana IGP, la Farina di Neccio della Garfagnana DOP, il Farro della Garfagnana IGP. Le foreste di castagni sopravvivono ancora in Toscana, laddove, invece, in molte zone del nord Italia, stanno scomparendo. Per questo la tutela è importante anche per la conservazione degli antichi colossi dei boschi. Ed ecco quindi la Castagna del Monte Amiata IGP, il Marrone del Mugello IGP, il Marrone di Caprese Michelangelo IGP.

Non stiamo qui ad elencare la moltitudine di prodotti che sono tutelati come Presidi Slow Food o ST o PAT. Nemmeno le De.Co., ne uscirebbe un’enciclopedia. Ma tutto ciò proviene dalla storia di questa magnifica regione. Da sempre ricca di materie prime elevate dalle cucine più antiche a far parte delle cucine più nobili. In più il senso di appartenenza che, anche qui, proviene da antichi campanilismi (in senso positivo) che hanno consolidato la consapevolezza della loro unicità. 

Non vi resta che scoprire cosa si nasconde in questo fantastico scrigno pieno di prodotti tipici toscani in vendita online!

ricerca in altre regioni

prodotti tipici regionali
Le nostre promesse

Vuoi provare il nostro servizio con il 10% di sconto? Iscriviti!