I Migliori Vini Bianchi


La nostra vasta gamma di vini bianchi in vendita online include i migliori d'Italia: dal Franciacorta al Gewurztraminer, dal Valdobbiadene al Lugana, dal Soave al Muller Thurgau. Tutti i vini che potete trovare su Spaghetti & Mandolino sono stati selezionati con cura e passione con lo scopo di offrirti un’ampia gamma di prodotti di pregio con il miglior rapporto qualità/prezzo.

Vini nati rigorosamente da cantine che seguono la tradizione, piccole ma premiate o con storie bellissime da raccontare. Acquista online vini italiani apprezzati e degustati in tutto il mondo per i tuoi eventi o per fare un'ottima figura in compagnia di persone speciali. Bottiglie d'eccellenza al giusto prezzo che verranno spedite seguendo precise regole di imballaggio e recapitate in poche ore


Filtra la tua selezione

Bio
Azienda Agricola Ronca
Custoza DOC

Custoza DOC - 750ml

€ 6,95

aggiungi


Corte Sermana
Lugana DOC Cromalgo 2013

Lugana DOC - 750ml

€ 9,88

aggiungi


Azienda Agricola Reale
Aliseo 750ml

Tramonti Costa d’Amalfi DOC - 750ml

€ 16,47

aggiungi


Scorrendo la cartina dei vini pregiati bianchi italiani, da Nord a Sud si incontrano eccellenze che hanno varcato i confini nazionali, portando il nome dell’enologia nostrana ad altissimi livelli. Non solo rossi dunque tra i grandi vini made in Italy: le differenze geografiche e naturali della Penisola si riflettono nella produzione di uve da bianco che danno vini noti in tutto il mondo per la loro bontà.

Il Muller Thurgau, coltivato lungo l’Adige, è la base dell’omonimo vino bianco dal delicato sapore aromatico. Dal Trentino arriva il Traminer e la sua varietà del Gewurztraminer, molto noto in Francia, ma che in Italia dà vini eccellenti, ricchi di profumi, dal sapore elegante e fresco. In Friuli c’è la Ribolla, antico vitigno autoctono, con cui si crea un vino molto apprezzato, come il Sauvignon Blanc e il Tocai friulano, che in Veneto diventa Tocai del Garda, a cui si aggiungono l’Arneis piemontese, il Pinot bianco e lo Chardonnay veneto e lombardo. Dalla Liguria il Vermentino viene usato per la produzione di grandi vini come i bianchi delle Cinque Terre: il vitigno, giunto dalla Spagna, è arrivato anche in Sardegna dove nasce il Vermentino di Gallura, il bianco più apprezzato dell’isola.

Il Centro Italia si distingue per una produzione di bianchi più ridotta rispetto ai grandi rossi, ma con assolute eccellenze come il Verdicchio dei Castelli di Jesi, bianco paglierino dal sapore fresco perfetto in abbinamento con il pesce, mentre in Molise si producono ottimi Biferno Bianco.

Al Sud Italia si trovano alcuni dei vini bianchi più apprezzati, a iniziare dalla Falanghina, vitigno tipico della Campania, assieme al Greco e alla Coda di Volpe. Ad Avellino il Fiano, noto agli antichi romani come “Apianum”, è un fiore all’occhiello nella produzione vinicola. Il Greco in Calabria dà luogo al Greco Bianco e viene usato per la produzione del Cirò Bianco. La Sicilia è invece la terra preferita dello Chardonnay, che qui esalta i suoi sapori ed i profumi, dando vita a vini sontuosi, più intensi e caldi rispetto a quelli del Nord Italia.

Ma come si produce un vino bianco? Il vino bianco si ottiene a partire quasi sempre da uve bianche, raccolte con un buon grado di acidità. Per importanti champagne e spumanti metodo classico italiano si utilizzano invece le uve di pinot nero, alle quali viene tolta la buccia (questo metodo è detto vinificazione in bianco). Si ottiene così un vino privo di tannino. Successivamente si passa alla pigiatura. Nelle normali pigiature gli acini dell'uva vengono pressati delicatamente da una pressa (spremitura soffice) per evitare che le bucce cedano colore al mosto. Di solito, infatti, al vino bianco è richiesto un gusto fresco, privo di tannini. La maggior parte delle sostanze aromatiche sono contenute nelle bucce e perciò, in qualche caso si effettua una rapida macerazione. In pratica si consente che le bucce restino a contatto con il mosto, cioè il succo d'uva risultato dalla pigiatura.

Si arriva alla fermentazione: il mosto, pulito dai sedimenti, viene messo in un recipiente di acciaio inox, dove ha inizio la fermentazione (la trasformazione degli zuccheri in alcol e anidride carbonica). La fermentazione degli zuccheri in alcol è un processo esotermico il cui calore può rovinare l'aroma del vino. Per questo motivo la fermentazione dei vini bianchi avviene in recipienti di acciaio dotati di sistemi di refrigerazione incorporati. Al termine della fermentazione alcolica, il mosto si è trasformato in un vino secco privo di zuccheri. Si effettua il travaso del vino per eliminare i residui sul fondo del contenitore. Successivamente a una fase di filtramento, si procede con l'imbottigliamento.

Le nostre sicurezze

Vuoi provare il nostro servizio con il 10% di sconto? Iscriviti!